Sistemi di posizionamento e dispositivi wireless (Italian)

Il Dipartimento di matematica e informatica (Dimi) dell’Università di Udine e la sezione italiana dell'azienda multinazionale u-blox hanno sottoscritto un contratto quadriennale per attività di ricerca e sviluppo finalizzate all'acquisizione, al trattamento e all'analisi di informazioni spazio-temporali per sistemi di posizionamento.

U-blox è una società svizzera, leader mondiale nei semiconduttori per sistemi di posizionamento e dispositivi wireless utilizzati in ambito consumer, industriale ed automotive. Le soluzioni sviluppate da u-blox (chip, moduli e soluzioni software) consentono a persone, autoveicoli e macchine di localizzare con precisione la propria posizione e comunicare tramite voce, testo o immagini.

U-blox ha la sede centrale a Thalwil, Svizzera, e uffici regionali che la rappresentano a livello globale in Europa, Asia e USA. In Italia, u-blox ha una sede strategica in provincia di Trieste nella quale sono impiegati oltre cento tecnici specializzati nella ricerca, sviluppo e ingegnerizzazione dei prodotti in ambito cellulare.

Presso il Dimi è attivo da anni un gruppo di ricerca, coordinato da Angelo Montanari, docente di informatica dell’ateneo friulano, che lavora nell'ambito della progettazione, sviluppo e implementazione delle basi di dati spazio-temporali e dei sistemi informativi geografici.

Obiettivo del progetto è estendere la base di dati per i sistemi di posizionamento, sviluppata da u-blox, con primitive di natura avanzata per la memorizzazione e il trattamento di informazioni spazio-temporali. Il progetto coinvolge un ampio spettro di conoscenze informatiche che spaziano dalle basi di dati spazio-temporali alle data warehouse, dal data mining all'analisi (statistica) di dati spaziali e temporali.

Secondo Angelo Montanari, «il progetto presenta almeno tre caratteristiche di grande interesse: le modalità di collaborazione tra università e azienda; il coinvolgimento di più dipartimenti e università; il finanziamento di una borsa di dottorato. L'azienda è consapevole delle grandi sfide che ha davanti a sé e chiede all'università di essere coraggiosa e innovativa nelle sue proposte».

«Per il lavoro quotidiano - afferma Chris Marshall, referente scientifico del progetto per u-blox - utilizziamo le vaste competenze interne all'azienda; con questo progetto invece, intendiamo avvalerci delle competenze del mondo accademico e della ricerca universitaria al fine di far compiere ai nostri prodotti e servizi un innovativo salto qualitativo».

Vista l'ampiezza e la varietà delle problematiche affrontate nel progetto, è previsto il coinvolgimento dei gruppi di ricerca in elettronica e telecomunicazioni del Dipartimento di ingegneria elettrica, gestionale e meccanica dell'Ateneo di Udine, attivi negli ambiti della progettazione di circuiti per applicazioni di telecomunicazione e dei sistemi wireless. È prevista anche la partecipazione attiva del Centro di Ricerca sui Sistemi e le Tecnologie dell'Informazione dell'Università di Nova Gorica, nella persona della dr.ssa Donatella Gubiani, da sempre attiva nell'ambito della progettazione e sviluppo di basi di dati spazio-temporali. Infine, università e azienda hanno di comune accordo stabilito che una parte significativa del finanziamento verrà destinata ad una borsa di dottorato triennale per attività di ricerca avanzata sulle tematiche del progetto. Il progetto prevede anche attività formative congiunte interdipartimentali a favore dei dottorandi di ricerca.

Ecco Google Earth made in Tavagnacco per aiutare i cittadini

Un’applicazione grafica tridimensionale in grado di visualizzare fotografie aeree e satellitari di una porzione di territorio, con un dettaglio molto elevato. È quella sviluppata dal Comune in collaborazione con il Dipartimento di matematica e informatica dell’Università di Udine e con il Distretto delle Tecnologie digitali.

Una sorta di Google Earth “made in Friuli”, che presenta aspetti ancora più dettagliati e completi rispetto al software conosciuto in tutto il mondo. In pratica ogni cittadino, entrando in un portale appositamente creato, può percorrere virtualmente il territorio di Tavagnacco alla ricerca, ad esempio, di informazioni relative alle attività economiche, al Piano regolatore comunale, alla toponomastica, al viario, al catasto, alla gestione dei rifiuti e all’anagrafe. Tutto con una risoluzione ed una chiarezza eccezionali, a dimostrazione dell’alto grado di tecnologia e innovazione di questo Comune dell’hinterland.

Il portale è già pronto e sarà presentato in anteprima nel corso di un convegno in programma la prossima settimana a Trieste, il 13° Meeting Grass e Gfoss, riservato a coloro che utilizzano software e dati geografici liberi. Ad illustrare funzionalità e punti di forza del Sistema informativo comunale webGis saranno il tecnico comunale Ivano Sebastianutti e i docenti universitari Donatella Gubiani e Angelo Montanari. Un progetto unico nel suo genere in Friuli Venezia Giulia, all’avanguardia anche a livello nazionale, che abbatte notevolmente la velocità del flusso di informazioni dall’ente pubblico verso il cittadino.

«Il portale che abbiamo creato – spiega Sebastianutti – ha l’obiettivo di sviluppare un sistema informativo territoriale che gestisca in modo integrato diversi tipi di dato. Un sistema che può essere replicato anche nel più piccolo dei comuni».

«La nostra amministrazione – afferma Alfio Marini, capogruppo di Progetto Tavagnacco – ritiene fondamentale dare alle persone un servizio sempre più efficace e al passo con gli sviluppi tecnologici, in particolare per quanto riguarda l’accesso e l’utilizzo dell’informazione, che dovrà avvenire sempre di più attraverso il sito internet del Comune».

Alessandro Cesare - Messaggero Veneto ed. Udine

State of the Net - 14 06 2014

Da giovedì 12 a sabato 14 giugno Trieste ospita State of the Net (SotN), il convegno annuale sullo stato dell’arte della Rete in Italia e nel mondo, con particolare attenzione all’impatto sociale di Internet. Il programma ha visto anche il seguente intervento:

SotN SQUARE 14 giugno

12:00 Workshop by DITEDI | Tecnologie smart in comune

  • Fabio Bottega (Tecnoteca)
  • Paolo Gallo (Università di Udine)
  • Dimitri Macorig (Siltalia)
  • Donatella Gubiani (Univerisity of Nova Gorica/Università di Udine)
  • Ivano Sebastianutti (Comune di Tavagnacco)

Go On FVG DDAY - 05 05 2014

Nell'ambito dell'iniziativa denominata Go On FVG, volta a promuovere lo sviluppo della cultura digitale, tenuta presso la sala consiliare del Comune di Tavagnacco, sono stati esposti i seguenti progetti:

 

Building Information Modeling (BIM)

Prof. Angelo Montanari - Universita' degli Studi di Udine;

Dott. Fabio Bottega - Tecnoteca - Tavagnacco;

Dott. Paolo Gallo - Universita' degli Studi di Udine;

Dott.sa Donatella Gubiani - University of Nova Gorica / Universita' degli Studi di Udine;

Un sistema per la raccolta dei rifiuti a domicilio

Dott.sa Donatella Gubiani - University of Nova Gorica / Universita' degli Studi di Udine;

Ivano Sebastianutti - Comune di Tavagnacco;